Preparazione del terreno per la semina

La primavera, con il tempo che comincia a mitigare, è il momento ideale per cominciare a preparare il terreno per la semina perché, dopo il lavoro di preparazione del terreno per l’orto fatto a inizio inverno, la terra sarà ben fertilizzata e pronta per essere coltivata.

Per cominciare, sarà necessario rimuovere un pò la terra che, durante le piogge del periodo invernale si sarà ricompattata. Riprendiamo quindi gli attrezzi indispensabili (trovate qui il negozio dove mi fornisco io):

  • Guanti
  • Forca o vanga
  • Piccone
  • Rastrello 
  • Pala

Invece della vanga vi suggerisco uno splendido attrezzo per faticare meno che si chiama tecnovanga,  che vi permette di vangare senza affaticare la schiena grazie a un gioco di leve (qui un video tutorial per l’uso)

Il lavoro che dobbiamo svolgere, è quello di rendere la terra friabile per permettere alle radici delle piantine che vogliamo coltivare, di crescere comodamente. La preparazione del terreno per la semina consiste nei seguenti passaggi:

  1. Vangare nuovamente il suolo. Dissodando la terra per una seconda volta avrete nuovamente il problema delle piante infestanti che sono prolificate durante l’inverno. Rimuovetele bene tutte facendo attenzione a non lasciare le radici altrimenti queste rispunteranno nuovamente, e gettatele nel vostro contenitore per il compost. Se trovate qualche pietra eliminatela (leggi qui se vuoi qualche consiglio su come utilizzare i sassi nell’orto).
  2. come fare orto terreno per la seminaRendere friabile la terra. Ora, con la zappa e il rastrello, sminuzzate le zolle prodotte dalla vangatura. Dovete cercare di rendere il terreno più friabile possibile. Più lavorate in questa fase, meglio crescerà la pianta, consiglio quindi di non risparmiare fatica!
  3. Organizzazione del terreno. Arrivati a questo punto il lavoro più pesante è finito ma quello che vi aspetta adesso è altrettanto importante e da questo dipenderà la produzione e il tempo che dovrete dedicare alla raccolta dei prodotti. Pensate bene a che prodotti desiderate coltivare e alla quantità, dividete il terreno in aeree non troppo grandi, in modo da organizzare le varie colture in settori ben delimitati, e non dimenticate di considerare una distanza ragionevole per il passaggio. come fare orto solchiLe varie piantine e i vari semi andranno messi in solchi ben delimitati, pensando anche a come dovrete irrigare, quindi andranno realizzati trasversalmente rispetto alla pendenza che seguirà lo scorrimento dell’acqua. Per la coltivazione di prodotti primaverili ed estivi, consiglio di mettere le piantine nel solco, così eviterete di disperdere acqua. Per i prodotti invernali invece è conveniente mettere le nostre coltivazioni in cima alla montagnola di terra creata con  il solco, evitando così che durante il periodo invernale, in cui l’acqua è fin troppa, ci sia un ristagno dannoso (ti consiglio di leggere anche come risparmiare l’acqua). Un altro aspetto molto importante e molto variabile, è la distanza tra i vari solchi. Pensate alla dimensione che il prodotto raggiunge poco prima della raccolta e tenetevi larghi, è bene che la pianta abbia più spazio per crescere rigogliosa. E’ meglio una pianta ben sviluppata che due più piccole non cresciute completamente per la mancanza di spazio.

La preparazione del terreno per la semina è finito, ora non vi resta che scegliere i prodotti e piantarli facendo attenzione alla data. Il giorno in cui piantate è fondamentale, le colture risentono delle varie fasi lunari informatevi anche su questo argomento nell’articolo la semina e le fasi lunari.

PRODOTTI CONSIGLIATI

se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o isciviti agli RSS feed per avere gli articoli direttamente nel tuo aggregatore

Leave a Reply


uno + 5 =

SOCIAL NETWORK

COLLABORIAMO CON

bio trappole orto

OFFERTE

NEWSLETTER

Riceverai una email con il link per la conferma. Leggi la policy per il trattamento dei dati personali

CONSIGLIATO

Articoli per il giardinaggio