COME FARE ORTO

La scelta del terreno per l’orto

Come tutti sanno la terra fornisce il nutrimento necessario alla pianta per crescere quindi la scelta del terreno è fondamentale per avere un buon raccolto. Vi consiglio di valutare attentamente i seguenti parametri.

Esposizione al sole. Se avete la possibilità della scelta del terreno dove piazzare il vostro orto dovete naturalmente optare per la zona il cui le vostre colture possano ricevere il maggior numero di ore di irraggiamento. Una buona esposizione al sole vi permetterà di ottenere una crescita più rigogliosa  e produttiva. Non bisogna dimenticare che il sole può anche bruciare le colture quindi, quando dovete fare la scelta del terreno per l’orto, non si sceglie sempre l’esposizione a sud. Vi consiglio le seguenti esposizioni secondo la zona d’Italia in cui vi trovate:

  • Nord Italia             esposizione a Sud
  • Centro Italia         esposizione a Est/Sud-Est o Ovest-Sud-Ovest
  • Sud Italia                esposizione a Est/Sud-Est o Ovest-Sud-Ovest

Considerate anche la presenza di alberi, muri, edifici e tutte quelle costruzioni che potrebbero fare ombra alle vostre piantine che hanno bisogno di circa 6/8 ora di irraggiamento al giorno.

come fare orto scelta del terrenoComposizione della terra. Nella scelta del terreno per l’orto un altro aspetto fondamentale è la composizione della terra. Le sostanze nutritive di cui avranno bisogno i vostri ortaggi si devono trovare nei primi 20/30 centimetri circa di terreno del vostro orto, ovvero lo strato dove si andranno a ramificare le radici delle vostre colture. La terra dovrà essere morbida, ricca di nutrimento e drenante al punto giusto, dovete fare un’attenta valutazione. Per farla vi consiglio di leggere valutazione del terreno per l’orto che con un facilissimo esperimento vi permetterà di capire che tipo di terreno avete.

Se il suolo è troppo sabbioso l’acqua drenerà troppo facilmente costringendovi a bagnare di più e aumentando i costi di produzione (leggi anche come bagnare l’orto risparmiando acqua.). Per ovviare a questo problema vi consiglio di aggiungere della terra argillosa fino a giungere a un buon compromesso.

Se la terra invece è troppo argillosa, quindi trattiene troppa acqua, vi basterà aggiungere della sabbia. Anche la concimazione con stallatico o compost vi permette di ammorbidire il terreno rendendolo più friabile,  ossigenato e agevole per lo sviluppo delle radici. Io preferisco il compost,  ne ho molto a disposizione e secondo me è quello che rende la terrà più friabile. E molto facile da reperire e soprattutto da produrre. Se ti interessa la procedura per la realizzazione leggi come fare il compost.

Per approfondire ulteriormente l’argomento della composizione del terreno vi consiglio il post da cosa è fatto il terreno dell’associazione culturale “Chimicare”.

Accesso all’acqua. Come il sole anche questo aspetto è un requisito fondamentale per avere un orto produttivo. La scelta del terreno non può prescindere dall’accesso all’acqua. Organizzandosi sarà anche possibile ottimizzare il processo di innaffiatura con la tecnica dell’irrigazione goccia a goccia e con il riciclo dell’acqua piovana ottimi metodi per avere anche un risparmio sia economico che ecologico. Potete trovare molte informazioni sul post irrigazione.

Dopo aver capito che tipo di terreno avete e apportato le modifiche necessarie non vi rimane che procedere con la preparazione del terreno per l’orto e con la scelta dei prodotti.

PRODOTTI CONSIGLIATI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SICUREZZA *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>